12019Jul
Coppa del mondo canoa: è tris azzurro!

Coppa del mondo canoa: è tris azzurro!

L’Italia della canoa slalom domina la III prova di Coppa del Mondo sulle acque del fiume Sava a Tacen, in Slovenia, piazzando il tris: Roberto Colazingari trionfa nel C1, Stefanie Horn e Giovanni De Gennaro vincono nel K1. Si è svolta a Tacen, in Slovenia, in un campo di gara difficile ma gli azzurri non si sono fatti intimorire, anzi hanno sbaragliato letteralmente.

Roberto Colazingari in forza nel G.S Carabinieri è arrivato al successo concludendo la prova in 87”84 con un netto il vantaggio sui rivali: 2° lo sloveno Anze Bercic (a 1”36), 3° lo slovacco Alexander Slafkovsky (a 2”08). Ha finito al 6° posto Stefano Cipressi (a 8”76 dall’altro azzurro).

Un weekend perfetto per Stefanie Horn, atleta della Marina Militare, che in finale bissa il miglior tempo delle qualificazioni e della semifinale. Discesa di finale completata in 94”13 che le ha permesso di finire davanti alla padrona di casa Eva Tercelj per 26/100 e all’ucraina Viktoriia Us 91/100.

È ancora grande l’Italia nell’ultima giornata di gare: a coronare un week end coi fiocchi, è arrivato anche la ciliegina sulla torta di Giovanni De Gennaro nel K1 maschile. L’azzurro, sceso per terzo in finale, ha chiuso la sua prova con il tempo di 83”10. Alle spalle di De Gennaro è arrivato l’idolo di casa, lo sloveno Peter Kauzer per soli 5/100, al terzo posto il ceco Jiri Prskavec a 1”87 (prova compromessa da un tocco di palina).

ASCOLTIAMO LE PAROLE DEL NOSTRO ATLETA DE GENNARO

Dopo il successo conquistato al termine della stagione 2018 sul canale di La Seu D’Urgell – che quest’anno ospiterà i Mondiali valevoli come qualificazioni olimpiche – ed un inizio in sordina, Giovanni De Gennaro ritorna a dominare la scena sulle acque di Tacen: “E’ stata una gara difficile, è sempre bello vincere su questo campo, anche se solo per 5 centesimi da Peter Kauzer. E’ stato davvero molto stressante attendere con ansia la discesa di tutti”, ha commentato Giovanni De Gennaro ai microfoni dell’International Canoe Federation. “Ho attraversato un periodo difficile dove i risultati delle ultime competizioni non mi hanno soddisfatto. Sono davvero felice per tutto il team italiano, è stata dura gareggiare dopo aver preso già due ori, perché le motivazioni e le aspettative erano molto alte. Ho dimostrato di essere all’altezza anche’io, portando a casa una medaglia dello stesso metallo. Conoscere il fiume e avere dimestichezza con questo campo ci ha aiutato molto e ci ha permesso di reagire ed adattarci meglio“.

FOCUS SULLE CAPACITA’ MENTALI

Un risultato storico per l’Italcanoa che in Coppa del Mondo aveva conquistato tre podi negli ultimi cinque anni ed oggi si ritorna a festeggiarne tre in un’unica tappa: risultati importanti che testimoniano il valore di una squadra che in queste stagioni non sempre è riuscita a raccogliere i risultati sperati.

Questo successo non è casuale ma il frutto di un lungo lavoro di preparazione fisica e mentale condotto dalla direzione tecnica guidata da Daniele Molmenti ed Ettore Ivaldi e di un’approfondita conoscenza del canale di Lubiana.

Giovanni, Steffi e Roberto hanno dominato le acque, gli avversari e sicuramente i loro pensieri.

Dalle parole di De Gennaro emerge chiaramente quanto sia stato duro e difficile, tenere testa alle aspettative di una squadra già alle stelle per i risultati dei suoi compagni del giorno precedente. E l’ha fatto egregiamente, grazie ad un cammino di preparazione mentale che lo ha reso padrone dello stress e delle situazioni difficili.

Lo slalom è una disciplina in cui la componente mentale è cruciale, poiché sono attimi che ne fanno un’opera d’arte o una frittata; il fiume ha una portata tale da non permettere errori o esitazioni. L’acqua corre senza pietà e il cronometro pure. Attenzione, Concentrazione, Presa Di Decisione e Reattività all’Errore sono facoltà cardine di questo sport e un percorso di preparazione fisica deve essere affiancato da quello di preparazione mentale per arrivare a simili eccellenze.

La nostra squadra ha conquistato numeri e prestazioni importanti soprattutto nell’ottica delle qualificazioni olimpiche per Tokyo 2020 che si disputeranno in Spagna a fine settembre, ai Campionati Mondiali di La Seu D’Urgell.

In bocca al  lupo a tutti! Avanti così!




Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *


+ 4 = 8