62019May
“Come prepararmi per il primo ITF?”

“Come prepararmi per il primo ITF?”

Ciao mi chiamo Roberto e gioco a tennis da circa 10 anni.

Vado all’Università a Miami e studio ingegneria quindi non ho molto tempo per allenarmi. Ora mi sono messo in testa che voglio giocare un torneo ITF a Luglio. Sono una persona che lavora duramente e con il mio coach da domani inizieremo ad allenarci ogni giorno. Il problema è che a volte non mi sento all’altezza. Mi sento più scarso di altre persone e mi faccio mangiare dall’ansia. Non mi importa di fare una brutta figura al torneo ITF, ma ho paura di prenderla come una sconfitta anche se darò tutto. Avete qualche consiglio da darmi?


Ciao Roberto, grazie per averci scritto.

Dici di essere un tipo che lavora duro e il fatto che tu abbia scelto ingegneria meccanica già lo dimostra! Riguardo allo sport, ci scrivi di essere un atleta che si impegna molto e che stai iniziando ad allenarti ogni giorno. Ottimo: in questo modo costruisci il potenziale migliore possibile per affrontare una sfida ambiziosa. Ci scrivi anche che in certi casi non ti senti all’altezza e che a volte il confronto con gli altri ti mette ansia. Questo può capitare, il problema è che la preparazione tecnica più accurata si esprime in modo ottimale solo se l’aspetto mentale è un nostro alleato. Quella che descrivi è una situazione molto comune tra gli atleti, per questo i ricercatori di psicologia dello sport hanno elaborato diverse strategie per farvi fronte. In questa sede te ne suggeriamo 3.

  1. TIENI UN DIARIO

Tieni un diario e dopo ogni allenamento segna cosa hai fatto bene, cosa potevi fare meglio e cosa farai la prossima volta per migliorare. Questo ti aiuterà a essere più sicuro di te e più consapevole dei progressi che realizzi allenamento dopo allenamento.

  1. DEFINISCI UN OBIETTIVO DI PRESTAZIONE

Per quanto riguarda la regolazione dell’ansia, uno degli elementi che fa da chiave di volta alla tua situazione è la definizione dei tuoi obiettivi. Infatti quando ci focalizziamo su un obiettivo, si mette in moto tutta una serie di meccanismi mentali che possono trasmetterci stress oppure la giusta grinta. Il cuore di questo meccanismo è il modo con cui abbiamo concepito l’obiettivo. Quindi ti consigliamo di ritagliarti un momento e un luogo tranquilli e fissare per iscritto il tuo obiettivo per questa gara ITF. In questa operazione la cosa fondamentale è che tu ti orienti verso un obiettivo di prestazione e non su un obiettivo di risultato. In altre parole non pensare alla vittoria o al ranking, perché è un elemento che solo in modo parziale dipende da te (dal tuo talento, dalla tua preparazione e dal tuo impegno). Piuttosto, chiarisciti tutto quel che è in tuo potere di fare per esprimere al meglio il tuo tennis: i tuoi punti di forza, l’affinamento dei colpi, il tuo schema vincente, che sia di difesa o di attacco, la preparazione atletica più adatta per essere al top della forma a luglio e anche una preparazione mentale adeguata che è un aspetto da non trascurare.

  1. FISSA L’IDEA DELL’OBIETTIVO IN UN GESTO DI ROUTINE

Trattieni nella mente questa intenzione. Per aiutarti a rimanere fisso su questo obiettivo, pensaci ogni volta che fai un gesto di routine (per esempio mentre fai la borsa o quando prepari la racchetta o ti allacci le scarpe). Metti in pratica queste tecniche e vedrai che la tua energia interiore raggiungerà l’equilibrio più adatto per farti giocare al meglio. Se pensi che ti possano essere utile anche alcune sessioni di preparazione mentale, i nostri psicologi dello sport effettuano anche sedute via Skype con atleti che sono spesso in giro.

Un saluto per ora e buon allenamento!

Centro Mental Training



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *


1 + = 3