92019Dec
Giocare meglio o sbagliare meno?

Giocare meglio o sbagliare meno?


Spesso l’esito delle partite è determinato non solo dall’espressione del talento, ma semplicemente dagli errori commessi da uno dei due contendenti. Per portare avanti il miglior gioco possibile diventa quindi fondamentale comprendere la natura dei propri errori e pianificare strategie per farvi fronte. Analizzando i momenti critici di una competizione, è facile notare il ruolo fondamentale giocato dalla gestione dell’aspetto mentale.


ERRORI COMUNI

I modi più comuni in cui le partite vengono perse sono:

  • Giocare in modo troppo aggressivo o oppure giocare “col freno a mano tirato”: un livello di attivazione psicofisica troppo alto o troppo basso conduce infatti a prestazioni di scarso livello;
  • Commettere errori di distrazione: se non riesco a fissare la mente sulle cose importanti per la prestazione, il fallimento è praticamente certo;
  • Rinunciare: ridurre gli sforzi nei momenti difficili, ad esempio dopo un errore;
  • Essere troppo egoisti e non lavorare in gruppo: parafrasando Michael Jordan, possiamo ben dire che un grande atleta da solo può vincere una partita ma i campionati si vincono solo in gruppo.

SEMPLICI SUGGERIMENTI

Se entri nell’ottica di correggere questi errori, metterai le basi per realizzare prestazioni migliori e vincere! Ecco qualche indicazione:

  • Gestisci lo stress: si tratta quindi di imparare a controllare se stessi, e con una giusta guida è assolutamente possibile;
  • Concentrati: la strategia più semplice consiste nel chiedersi: “A cosa devo stare attento ora? E cosa devo ignorare?”;
  • Tieni presente il tuo obiettivo: è il modo migliore per restare motivati e dinamici;
  • Chiarisci a te stesso l’obiettivo di tutta la squadra e focalizzati sui punti di contatto col tuo personale obiettivo.

QUELLO CHE PUOI FARE

Ma ricorda, non puoi semplicemente concentrarti su cosa non fare!

Pensare solo frasi del tipo: “Non commettere errori! Non commettere errori” non aiuta. Per correggere gli errori, è meglio concentrarsi sulle soluzioni! Concentrati sulle cose positive che puoi fare per migliorare le tue performance, come le indicazioni elencate sopra, ovvero: imparare a gestire lo stress, chiarire le cose importanti su cui restare concentrato, aver presente ciò che unisce il tuo obiettivo personale a quello di squadra.

Con il mental training, imparerai a individuare le criticità e a vincerle.

Dunque una grande prestazione non nasce solo dall’espressione dei tuoi punti di forza ma anche dalla risoluzione degli elementi più critici: se lavori su questi 2 campi metti le basi per una prospettiva di miglioramento continuo e di vittoria.

http://www.sportpsychtips.com/2019/10/how-not-to-lose.html





Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *


+ 8 = 12